Bitcoin, cosa sono, come funzionano, a cosa servono e come si fanno

Bitcoin, cosa sono, come funzionano, a cosa servono e come si fanno

Oggi parliamo di BitCoin, probabilmente ne avrete sentito parlare diverse volte,  anche con altri nomi ad esempio con la sigla BTC o Cripto moneta, comunque vogliamo chiamarla si tratta di una valuta digitale, completamente scollegata dalle banche e da enti di controllo centrali e totalmente anonima, vediamo come funzionano…

Aprire un conto BitCoin è semplicissimo, gratuito e completamente anonimo, non vengono richiesti documenti e il conto non è intestato a nessuno, chi possiede la chiave privata può controllare il conto e fare pagamenti in Bitcoin e nessuno può respingere o bloccare un pagamento, il sistema di pagamento funziona con un protocollo p2p decentralizzato e senza banche di mezzo.

Un pò di storia

A differenza di ciò che si pensa il concetto di Cripto moneta risale a molto tempo prima dell’arrivo dei Bitcoin, fu descritto per la prima volta da un certo Wei Dai su una mail list già nel 1998, e prima dei Bitcoin ci furono altre monete virtuali che provarono a sfondare, ma nessuna di queste sembrava avere le carte in regola per essere apprezzata da utenti e attività.
I Bitcoin vedono la luce nel 2009 da un anonimo Giapponese conosciuto con il nome di Satoshi Nakamoto, nel 2008 Satoshi descrisse l’algoritmo e il funzionamento di questa sua nuova Criptomoneta, era solo un progetto, progetto pubblicato dallo stesso Satoshi nel 2009 con sorgenti annessi.
Nessuno sa esattamente chi sia Satoshi, dopo aver rilasciato il progetto bitcoin con sorgenti annessi è sparito nel nulla, forse per paura di ritorsioni visto che i bitcoin possono minare l’economia di un paese e d’altra parte il sistema era completamente decentralizzato e autonomo Satoshi poteva tornare nell’oblio, in ogni caso da quel giorno i Bitcoin non hanno mai smesso la loro ascesa, tanto che in alcuni paesi esistono dei Bancomat che distribuiscono Bitcoin, e i beni e servizi acquistabili tramite Bitcoin sono sempre di più.

Bello… come iniziare?

La prima cosa che ci serve per iniziare ad utilizzare i Bitcoin è un portafoglio, ovviamente parliamo di un portafoglio digitale, qui possiamo fare 2 scelte installare un software Wallet, oppure registrarsi a un sito che ci offre questi servizi online.
Nel primo caso abbiamo la sicurezza nel secondo caso abbiamo la comodità, ma prima facciamo un passo indietro, come dicevamo per poter utilizzare un conto Bitcoin abbiamo bisogno di una chiave privata, se si è in possesso di questa chiave è possibile autorizzare transazioni verso altri indirizzi Bitcoin, e a differenza dei soldi tenuti in banca, se qualcuno vi ruba dei soldi da un conto Bitcoin nessuno ve li ritorna (anche se alcuni siti che offrono servizi di wallet danno delle garanzie ma vatti a fidare :D).

In ogni caso vi consiglio di utilizzare un software Wallet almeno all’inizio, cosi capirete anche come funziona il tutto, quindi per prima cosa bisogna installare questo software, io vi consiglio MultiBit, un software non ufficiale ma open source e multi-piattaforma, che funziona sicuramente meglio di Bitcoin-Qt ossia l’app ufficiale, tra le funzionalità di MultiBit c’è la gestione di indirizzi/wallet multipli con saldo totale disponibile anche in euro o dollari americani e la traduzione in italiano.

Una volta creato il nostro wallet possiamo iniziare ad aggiungere indirizzi, su cui ricevere denaro, gli indirizzi sono delle stringhe alfanumeriche di 34 caratteri difficili da leggere e memorizzare, per questo la maggior parte dei software ti permettono di generare il codice QR da leggere con dispositivi mobile o il classico copia e incolla per distribuire il proprio indirizzo a chi ci deve pagare.

Ma dovrete attendere che il processo di sincronizzazione con la rete Bitcoin sia terminato, infatti per questioni di sicurezza il wallet scaricherà tutta la storia dei vostri indirizzi questo proprio per evitare che una moneta Bitcoin sia utilizzata per più pagamenti e evitare cosi le truffe.

MI RACCOMANDO FATE BACKUP SU PIU’ DISPOSITIVI DEL VOSTRO WALLET, SE L’HDD CHE LO CONTIENE SI ROMPE NON POTRETE MAI PIÙ RECUPERARE I VOSTRI BITCOIN!!!

L’Economia intorno ai Bitcoin

A questo punto vi starete chiedendo quanto vale un Bitcoin?, ad oggi 1 BTC vale circa 380€ (è un mercato che viene influenzato dal sentiment di chi vende e compra proprio come tutti gli altri mercati, quindi il valore può aumentare o diminuire), in ogni caso ci sono stati momenti in cui 1BTC arrivava a 700€ ma da un pò di tempo si è stabilizzato intorno ai 380€, non abbiate paura perché per fortuna il bitcoin è frazionabile (fino ad 8 numeri dopo la virgola), vedrete spesso questa dicitura 0.50004151 BTC (circa 190€).

Nel 2013 è stato calcolato che il volume d’affari in Bitcoin si aggirava intorno agli 1,4 miliardi di dollari statunitensi, una cifra astronomica se si pensa che l’anno prima (2012) si arrivava “appena” a 140 milioni di dollari scambiati.
Come avrete intuito nessuno può creare i Bitcoin dall’oggi al domani dal nulla perchè altrimenti il Bitcoin stesso si svaluterebbe in pochissimo tempo, un po come se ognuno potesse stamparsi gli euro in casa, in poco tempo gli euro non varrebbero più nulla, per questo fin dall’inizio i bitcoin sono stati creati con un sistema che ne consentiva l’estrazione, proprio come fosse una miniera (ovviamente niente picconi) la genialata è stata proprio questa siccome servivano computer che facevano calcoli complessi necessari per verificare le transazioni (per impedire truffe ecc) il network bitcoin ricompensa chi mette la propria potenza di calcolo a disposizione degli altri con dei bitcoin, la complessità è sempre maggiore e sempre minore il numero di bitcoin elargito con questo sistema, nel tempo il numero di bitcoin si esaurirà (il loro numero massimo è fissato sui 21 milioni di bitcoin), questo significa che nel tempo sarà sempre più difficile estrarre bitcoin e se la richiesta continuerà a crescere quelli estratti varranno molto di più.

Probabilmente faremo un articolo più avanti relativo al mining, quello che dovete sapere ora è che per estrarre bitcoin serve un PC con sopra Linux, Mac o Windows, una scheda ATI (consuma meno rispetto a quelle NVidia) un buon alimentatore che riesca a mantenere i consumi bassi, in realtà ormai anche le schede grafiche sono superate, ormai conviene usare HW dedicato al mining tuttavia se vi unite a pool potreste comunque avere qualche possibilità.
Lo sforzo a cui il vostro PC è sottoposto durante il processo di estrazione è molto elevato, per fare i calcoli si usa la GPU della scheda grafica e come detto in precedenza potrebbe non valerne la pena, poiché il consumo energetico potrebbe di gran lunga superare il valore dei coin raccolti, come dicevo se proprio siete interessati sappiate che vendono hardware appositi o affittano macchine in server house attrezzate per questo genere di operazioni. Inoltre ormai i piccoli miner si sono uniti in pool (gruppi di utenti che minano e dividono i risultati del mining il tutto ovviamente in maniera automatica).
Questa parentesi era solo a scopo informativo e a grandi linee per farvi capire che a meno che non vogliate investirci seriamente, il mining non conviene.

Bene ho il mio Wallet e ora chi mi da i bitcoin?

E qui inizia la parte dolente, perché i Bitcoin sono molto preziosi, e proprio come nella vita reale nessuno vi regala niente, quindi per ottenere bitcoin avete 4 modi, se aggiungiamo metodi illegali anche di più ma per ora limitiamoci a questi:

  • Essere pagati per un servizio offerto o merce: ci sono diversi siti che ti permettono di integrare un sistema di pagamento sul tuo sito, o accettare donazioni in bitcoin oppure puoi vendere pubblicità su un tuosito, ci sono agenzie che pagano anche in bitcoin come a-ads.com
  • Acquistarli da chi ne ha: Ci sono vari servizi che vendono BitCoin, tuttavia la maggior parte delle volte non è possibile farlo tramite carta di credito per questioni di sicurezza, poiché si può richiedere rimborso con la carta di credito ma non è detto che chi chiede il rimborso torni indietro i BTC.
    Inoltre il pagamento in contanti o tramite carta ricaricabile, garantisce una maggiore privacy a chi compra o vende.
  • Utilizzando uno dei tanti siti che offrono bitcoin, in cambio di semplici azioni sul web (vedi links sotto).
  • Minando, il mining consiste in una serie di operazioni utili per la verifica delle transazioni.

 

Una volta ottenuti i BTC potrete usarli in molti modi:

  • Giocarci in borsa
  • investirli nel mining
  • per acquistare servers, VPN o altri servizi web
  • per fare shopping, ci sono negozi online che accettano pagamenti in BTC
  • utilizzarli per giocare nei vari casinò, ricordate che sono soldi non esagerate
  • fare donazioni, al nostro sito ad esempio (14vPKBFYjmYvuxrPJvaJTA7cqFVEh8i52J) 😀
  • acquistarci cose illegali armi/droga/carte rubate e che ne so 😀
  • tenerli fermi in attesa che il valore aumenti, per poi rivenderli e farci moltissimi soldi.

Per il momento questo è tutto, quando operate con i Bitcoin ricordate sempre che non si torna indietro, non ci sono rimborsi o un sistema per annullare una transazione una volta pagato è pagato ovviamente spesso in caso di gateway di pagamento forniti da società vengono comunque garantite le regole base del commercio elettronico, la regola di base comunque è fate attenzione, specie quando acquistate da privati ricordatevi che chi riceve i soldi può scappare senza darvi niente quindi comprate da chi vi fidate, oppure accetate il rischio… se ne vale la pena.
Vi lascio qualche sito utile per iniziare a “giocare” con i bitcoin, in futuro faremo altri post sui bitcoin e su come farli crescere!

Siti che regalano Bitcoin:

  • ore-mine.com: offre una miniera virtuale, durante il giorno vengono prodotte risorse sottoforma di pietre che l’utente deve raccogliere e si trasformano in BTC, si può aggiornare la propria miniera aggiungere miniere, aumentare la produzione (si acquistando powerup in BTC o in Soldi reali) sia invitando altri amici, ogni giorno vengono generati 5 lingotti in più si ha una fila di bonus giornalieri che possono aumentare la produzione dare altri BTC e altri bonus simili.
  • freebitco.in: è uno dei miei preferiti, ogni ora ti permette di rollare una sorta di dadi virtuali, se sei fortunato puoi vincere fino a 200$ in bitcoin, nel peggiore dei casi ricevi 0,00000625BTC (circa dipende dal valore del bitcoin :D), anche in questo caso se hai amici puoi farli iscrivere con il tuo ref e prenderai cosi una percentuale sulle loro rollate (senza togliergli niente, anzi dopo un pò inizieranno anche loro a guadagnare), Integra anche una sorta di gioco d’azzardo, occhio a non spendere tutti i BTC guadagnati si fa molto in fretta, i numeri randomici vengono generati attraverso Amazon rendendo il tutto decisamente safe.
  • a-ads.com: il primo sito ad offrire pubblicità pagata in bitcoin, completamente anonimo non richiede registrazione o indirizzi email ma soltanto l’indirizzo a cui mandare i soldi, il formato del banner e basta. Ci si logga firmando un messaggio con la propria firma digitale presente in multibit.

 

Non ci sono post simili.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Diggita
  • email
  • MySpace
  • oknotizie
  • Segnalo
  • Technorati
  • Twitter
  • Upnews
  • Wikio IT
  • Add to favorites
  • StumbleUpon
  • digo
  • ziczac

Rispondi

Iscriviti Ora!!!
Scrivi un post anonimo...
  • Iscriviti al feed RSS
  • Follow us on Twitter
  • Sponsor

    Hai Voglia Di Viaggi?
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Informazioni - Accetto